Consuelor

Share |

Ugo Parenti

RUOLO CONSULENTE MOTIVAZIONALE UGO PARENTI

Collabora con il Presidente,  il DS, i rappresentanti dei giocatori e la Psicologa per la gestione di problematiche e/o eventuali disagi, NON di tipo Tecnico, riportati dai vari giocatori, di ogni livello.

Per i giocatori che ne fanno richiesta, è disponibile a momenti di Ascolto per dare spazio a momenti di “defaticamento”, sfogo e centratura personale, consulenza ai giocatori per gestire comportamenti inadeguati o eventuali momenti di conflitto personali e di “squadra”.

In collaborazione con la Psicologa organizza periodici incontri di gruppo per i giocatori, per condividere e confrontarsi su esperienze personali e vissuti in un contesto protetto.

Quale membro del Direttivo, porta la propria abilità motivazionale anche in tale Gruppo, moderando gli incontri e gestendo in modo costruttivo e non giudicante, eventuali conflitti e tensioni personali nella gestione e nella pianificazione delle varie dinamiche progettuali di detto gruppo.

Vuole essere una RISORSA per il Torino FD, e rimane a disposizione per ogni tipo di aiuto/consulenza che la Società vorrà sottoporre alla sua attenzione.

COSA E’ IL COUNSELING ?

Il counseling professionale è un'attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.
Prima di tutto il counseling è un INCONTRO UMANO. 
Il principale strumento di lavoro è la comunicazione.
La persona, in presenza del counselor e attraverso la parola, potrà comprendere meglio il proprio problema, guardarlo da diversi punti di vista e studiarne le possibili evoluzioni.
Alla base di questa strategia c’è la fiducia nella capacità di ogni singolo individuo di cambiare, di non essere inesorabilmente determinato da fattori ambientali, storici o genetici, ma di poter dare anche risposte nuove basate su convinzioni e valori personali.
Ma non esiste comunicazione se manca l’ASCOLTO
Saper ascoltare è un’arte che il counselor esercita facendo così percepire al cliente la propria totale presenza e attenzione e la disponibilità ad accoglierlo SENZA giudizio e SENZA interpretazioni


PERCHE’ IL COUNSELING ?

Perché il counseling NON è una forma di terapia (medica o psicologica) e NON è una forma di sostegno psicologico. Lo scopo di questa relazione è aiutare una persona ad aiutarsi.
Nel counseling si parte dal presupposto che una persona ha già in sé le risorse necessarie per migliorare le proprie relazioni con se stessa o con il mondo: aiutare significa creare le condizioni perché queste risorse possano emergere. 

In questo modo la persona verrà accompagnata a gestire i problemi in maniera personale e creativa, SENZA dipendere da interpretazioni, consigli o direttive forniti da un altro.

Scrivi per contattare Ugo Parenti

Cognome e Nome:
Città:
Telefono:
E-Mail:
Richiesta:
Codice di controllo:
Ho letto l'informativa Privacy
Acconsento a ricevere la newsletter


Powered by Mk Media - Sitemap - rss RSS